Una nobile arte

Nel tennis c’è una categoria tanto visibile quanto silenziosa. Tanto importante quanto modesta. I raccattapalle sono fondamentali per il buon svolgimento del gioco. Lo sanno e ne avvertono la tensione. La ricompensa? Qualche attimo di visibilità in TV, magari accanto ai campioni del momento. Per un istante, si sentono parte integrante dello spettacolo. Spesso si tratta di ragazzini presi dalle scuole tennis del posto, più raramente di adulti. Dietro ogni giocatore di tennis professionista, medio o forte che sia, si cela un ex raccattapalle. Un ex ragazzino intimidito ed entusiasta al tempo stesso, che ha passato ore a bruciarsi sotto al sole o a resistere agli spifferi di un tempo instabile. Saltando giorni di scuola, rinunciando ad altri svaghi con gli amici o semplicemente all’ozio. In cambio di nulla, se non di un panino e una bibita e della promessa che potrai tenere la felpa (quasi sempre più larga di due taglie) col nome dello sponsor, se non combinerai grossi guai.

raccattapalle-torneo2010

openbrazil_2

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...